Come operare con i segnali di trading nel forex

I segnali di trading: cosa sono

Chi opera nel trading online, sia nel Forex che in altri Mercati, sa bene che prevedere quando sia il momento migliore per vendere o comprare è anche il modo migliore per ottenere un profitto reale. Tuttavia, prevedere tali momenti non sempre è semplice, soprattutto quando si ha ancora poca esperienza nel mondo del trading. Gli esperti, invece, grazie ad un’approfondita conoscenza dei mercati e a una maggiore comprensione dei trend e dei grafici, possono ottenere informazioni più dettagliate su quali siano le previsioni per l’immediato futuro.

Sono proprio i trader più esperti e le aziende specializzate nell’interpretazione dei trend valutari a breve, medio e lungo periodo, ad offrire, gratuitamente o a pagamento, i segnali di trading, ossia le informazioni su quale sia il momento migliore per operare in un determinato mercato, acquistando o vendendo. I segnali di trading vengono rappresentati graficamente e danno indicazioni in tempo reale: come tutti i grafici, però, è necessario saperli leggere per non rischiare di fare errori di interpretazione.

A seconda che si prendano in considerazione i segnali di acquisto o di vendita si parla di segnali di ingresso o di uscita: in entrambi i casi oltre a specificare ‘quando’ vendere, i segnali indicano naturalmente anche ‘cosa’ vendere.

segnali-forex
Come operare con i segnali di trading

Quando si decide di volere utilizzare dei segnali di trading, bisogna per prima cosa selezionare quelli che si considerano i più affidabili. Non tutti i segnali, infatti, sono uguali tra di loro, né sono tutti validi ed affidabili. Molti traders offrono segnali (gratuiti o a pagamento) realizzati sulla scorta delle loro esperienze di investimento, per cui non è detto che essi siano sempre validi o che siano validi per tutte le strategie di trading.

Per questo motivo, è anche possibile che si scelgano segnali errati che, al posto di portare ad un sicuro profitto, producono una perdita. Per una maggiore sicurezza di guadagno, è importante comprendere quali siano le indicazioni di trading che utilizzano strategie simili a quelle del trader che li segue, visto che non tutti operano con le stesse strategie, con lo stesso livello di rischio o con le stesse modalità e tempi di compravendita. Inoltre, è sempre importante ricordare che i segnali di trader vengono offerti da persone e che i Mercati, il Forex in particolare, sono caratterizzati spesso da forti irregolarità per cui sono sempre possibili errori nella previsione degli andamenti.

In ogni caso, prima di iniziare a seguire qualsiasi indicazione di trading, è sempre bene controllare la loro ‘veridicità’ per un certo periodo, in modo da accertarsi che siano affidabili e che si adattano alle proprie strategie di investimento. Si può quindi decidere di seguire i risultati dei vari segnali o di testarne il funzionamento tramite gli account demo, in modo da verificarne la veridicità sulle proprie strategie senza tuttavia rischiare il proprio capitale.

Segnali di trading gratuiti o a pagamento

I segnali di trading offerti da traders o da agenzie specializzate possono essere di due tipi, gratuiti o a pagamento. Non bisogna pensare che i segnali a pagamento siano più corretti o più attendibili di quelli gratis: la precisione di un segnale, come si è detto precedentemente, dipende da vari fattori, per cui, uno stesso segnale, può essere utile ad un trader ed inutile per un altro.

I segnali gratuiti sono quasi sempre messi a disposizione da altri traders, che vogliono condividere le proprie capacità ed esperienze. Niente di strano visto che, soprattutto nel Forex Market, la possibilità di guadagno è così elevata che molti traders condividono le proprie conoscenze e strategie su blog e forum in modo quasi spassionato.

I segnali a pagamento, invece, sono offerti quasi sempre da aziende specializzate, che offrono un servizio più completo, ma non necessariamente più sicuro. La scelta dell’uno o dell’altro tipo di segnali è molto soggettiva, anche se in entrambi i casi, come già accennato, è sempre meglio controllare la storia del sito che offre queste indicazioni di trading, ossia controllare quali siano stati i risultati, in termini di guadagni o perdite, ottenuti seguendo quei determinati segnali.
Inoltre va sempre ricordato che operare con questo tipo di indicazioni non è sinonimo di guadagno sicuro e che, anche chi fa trading con i segnali, dovrebbe farlo mantenendo una forte consapevolezza su quali siano le possibilità e quali i rischi. Tutti i traders, indipendentemente dal grado di esperienza, dovrebbero sempre selezionare segnali che permettano buoni profitti mantenendo il rischio al minimo.

Abbandonare i segnali prima del tempo

Quando si fa trading, non sono rare le volte in cui la tensione per una possibile perdita o il volersi accontentare di un profitto minimo faccia chiudere posizioni prima del tempo suggerito dai segnali. Può succedere che qualche trader, per aver seguito in passato indicatori sbagliati o per altri motivi, ad un certo punto decida di chiudere una posizione quando invece veniva suggerita la possibilità di un profitto maggiore lasciandola aperta ancora per un determinato periodo.

Questo comportamento è più che giustificato, soprattutto quando il trader voglia mantenere molto basso il rischio e quindi ‘accontentarsi’ di un profitto minimo. Casi come questi possono verificarsi anche quando si decide di seguire dei segnali di trading già testati e sicuri: spesso, infatti, dipendono molto dal carattere del trader e dalla sua storia di guadagni e perdite.

Suggerito da: Forex http://it.fxgm.com