Affidati ai migliori per la cura dei tuoi occhi

Nel caso in cui si soffra di strabismo può essere necessario prenotare una visita da un oculista a Spoleto, senza eccessive preoccupazioni: questa malattia, infatti, è più diffusa di quel che si possa immaginare, colpendo in media 1 persona ogni 20. Che si tratti di uno strabismo restrittivo, dello scompenso di uno strabismo congenito, di uno strabismo secondario dovuto a disordini della tiroide o di qualsiasi altro tipo di problema, può essere previsto un intervento chirurgico che, al giorno d’oggi, viene effettuato con il metodo Miss, acronimo di Minimally Invasive Strabismus Surgery: come si può intuire dal suo nome, è un’operazione che riduce il trauma al minimo dal momento che si basa su aperture congiuntivali di pochi millimetri.

Come può ben spiegare un bravo oculista Spoleto, questo tipo di intervento minimizza o addirittura elimina del tutto i fastidiosi problemi che si potrebbero manifestare in seguito a un’operazione: non ci si deve preoccupare, quindi, di occhi rossi e doloranti, ma nemmeno di palpebre gonfie o di altri inconvenienti tipici delle metodiche tradizionali. Lo scopo di un intervento è – ovviamente – quello di riallineare gli assi visivi: si va a intervenire sui muscoli che controllano gli occhi, modificando la forza con la quale essi intervengono sugli spostamenti dei bulbi oculari

I muscoli in questione, a seconda dei casi, possono essere indeboliti o rinforzati: nel primo caso viene praticato un intervento di recessione, mentre nel secondo caso i muscoli vengono accorciati con la cosiddetta plicatura. Può essere prevista l’anestesia generale, ma non mancano i casi di anestesia locale; dopo l’intervento la persona resta per alcune ore in osservazione, e solo in situazioni sporadiche si rende necessario un ricovero, per altro di una notte al massimo. Basta affidarsi a professionisti esperti per essere certi di risolvere il problema e limitare il disconfort post-operatorio che si potrebbe sperimentare.